Lecco, giugno 2020

angelo mese aprile 2020

Ginger, l’inventrice delle mascherine per audiolesi
Ornella Pozzoni “Ginger”, 52 anni, è da anni impegnata sul fronte della solidarietà. Nel gennaio 2019 contatta l’allora Coordinatore dei City Angels di Lecco, Marco Visentin “Griso”, per donare alla nostra associazione un forno a microonde. E’ l’occasione per conoscere meglio gli Angeli. Ornella se ne innamora e in giugno entra nei City Angels con il nome in codice di Ginger. “A Lecco siamo molto più di un’associazione, o di una squadra: siamo una famiglia” dice. E aggiunge: “Quando vado in servizio, e lascio a casa marito e figli, è un po’ come se passassi da una famiglia all’altra. Trovo amore, affetto e comprensione in entrambe!” Con l’arrivo del Coronavirus, Ginger pensa a come aiutare i sordi. “Tutti dobbiamo portare la mascherina, ma come fanno loro, gli audiolesi, a leggere il labiale?”, si chiede. Si spreme le meningi, e con amore e ingegnosità, insieme con alcune volontarie di Brivio, il suo paese, crea le mascherine per i sordi. Trasparenti davanti alla bocca. Le realizza artigianalmente, le fa produrre da una ditta di sua conoscenza di Cisano Bergamasco, la Tessitura Perego, e le dona a chi comunica con gli audiolesi. Così ci si fa capire rispettando la legge e tutelando la salute. “Ci giungono molte richieste, da tutta Italia: segno che è una buona idea!” sorride Ginger. Che è stata intervistata anche dal Tg1 per questa sua straordinaria invenzione.
“Con questa iniziativa Ginger ha dimostrato che gli Angeli sono sempre un passo avanti, e pensano in continuazione a come alleviare i disagi dei più deboli” dice Paola Corti “Spritz”, Coordinatrice di Lecco. E cita le parole di una signora che ha voluto ringraziare Ginger e le sarte volontarie del suo gruppo: “ Accendete la TV….Mettete muto…Guardatela per 20 minuti senza audio…Vedete le immagini…i colori…le persone, ma non capite nulla…panico. Ecco come ci sentiamo noi dalle orecchie difettate.”
Queste parole esprimono con chiarezza il disagio che le mascherine con oblò riescono ad alleviare, permettendo alle persone di comunicare, facendo trasparire sorrisi ed emozioni.